Congruità Costo di manodopera

Obiettivi del sistema di congruità

L’obiettivo che si pone il sistema della Congruità è quello di far emergere il lavoro irregolare e di contrastare i fenomeni di dumping contrattuale. Spesso, nel settore edile, l’applicazione del contratto è oggetto di violazioni o addirittura non applicato, pregiudicando la correttezza dei principi di concorrenza e non tutelando i lavoratori impiegati.

La positività del DURC, da sola, non basta a tutelare i virtuosi del sistema e proprio per questo motivo, con la legge n. 120 dell’11 Settembre 2020, al Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) è aggiunto quello relativo alla Congruità dell’incidenza della manodopera relativa allo specifico intervento, secondo le modalità indicate con decreto del Ministro del lavoro e delle Politiche sociali, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Sono fatte salve le procedure i cui bandi o avvisi sono pubblicati prima della data di entrata in vigore del decreto del Ministro del lavoro e delle Politiche sociali di cui al periodo precedente”.
Quanto sopra ricordato, per ora, riguarda esclusivamente i contratti pubblici e, soprattutto, dovrà essere oggetto di definizione puntuale delle modalità di attuazione tramite un apposito Decreto del Ministro del lavoro e delle Politiche sociali, che dovrà essere approvato entro Sessanta Giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge.

Il nuovo sistema della congruità

L’accordo del 10 settembre 2020 tra le Parti sociali nazionali (di fatto accoglimento dell'Avviso comune, integrato e modificato, del 28 ottobre 2010), è stato inviato al Ministro delle infrastrutture e dei trasporto e al Ministreo del lavoro per il suo recepimento, per farlo divenire parte integrante della normativa riguardante l’attività edile, in materia sia pubblica che privata. Il sistema si baserà sulla verifica del costo della manodopera, rapportata all’importo delle opere edili, incrociate da appositi indici tesi a definire le soglie minime di incidenza del costo della manodopera, al di sotto delle quali scatteranno le conseguenze del Durc di Congruità Negativo e di eventuali sanzioni a ciò collegate.

Contenuti dell’Accordo

  1. La verifica della congruità sarà avviata a partire dai cantieri avviati dopo il 1° Novembre 2021.
  2. per i lavori privati la congruità sarà applicata esclusivamente a quelli con entità complessiva dell’opera pari o superiore a 70.000 € (entità asseverata da autodichiarazione del direttore dei lavori);
  • l’attestazione di congruità deve essere rilasciata dalla Cassa Edile competente territorialmente ai fini del rilascio del DOL (Durc On Line). Tale attestazione dovrà essere richiesta e rilasciata, per i lavori pubblici in occasione dell’ultimo stato di avanzamento prevendendo un meccanismo di intervento sostitutivo, nell’ipotesi di non raggiungimento della congruità, a copertura del valore della congruità in Cassa Edile;  per i lavori privati al completamento dell’opera cosi come risulta dalla data fine lavori indicata in Cassa Edile e dovrà essere rapportata al valore dell’appalto indicato nel contratto e risultante dalla fatturazione;
  1. obbligo per le imprese principali dell’opera di dichiarare alla Cassa Edile territorialmente competente il valore complessivo dell’opera, la Committenza ed eventuali Imprese subappaltatrici, subaffidatarie o qualunque altro soggetto che a vario titolo esegue delle opere edili sul cantiere (noli a calo, forniture in opera, distacchi di lavoratori, lavoratori autonomi, lavoratori somministrati, ecc.);
  2. l’impresa potrà avvalersi dell’assistenza di un rappresentante dell’Associazione datoriale a cui aderisce per la dimostrazione dei punti sopra riportati;
  3. nell’ipotesi di uno scostamento pari o inferiore al 5% della percentuale di incidenza della mano d’opera prevista dalla tabella indici di congruità l’impresa risulterà comunque regolare laddove presenti una attestazione del Direttore dei Lavori che giustifichi detto scostamento;
  4. il mancato raggiungimento della congruità, nel momento in cui il sistema della congruità andrà a regime comporterà l’emanazione di una attestazione di irregolarità sino alla regolarizzazione con apposito versamento in Cassa Edile equivalente alla differenza di costo del lavoro necessario per il raggiungimento della percentuale indicata;
  5. l’attestazione di irregolarità genererà i propri effetti sulle singole opere, pubbliche o private e inciderà sulla regolarità dei successivi DOL (Durc On Line) se, dopo aver esperito e terminato la procedura di invito alla regolarizzazione, l’impresa non adempirà;  in quest’ultima condizione la Cassa Edile comunicherà l’irregolarità in BNI (Banca Nazione Irregolari).

Tabella degli indici di congruità

 

 CATEGORIEPercentuali di incidenza minima della manodopera sul valore dell’opera
1OG1- nuova edilizia civile compresi impianti e Forniture14,28%
2OG1-nuova edilizia industriale esclusi impianti5,36%
3Ristrutturazione di edifici civili22,00%
4Ristrutturazione di edifici industriali esclusi impianti6,69%
5OG2-restauro e manutenzione di beni tutelati30,00%
6OG3-opere stradali, ponti ecc.13,77%
7OG4-opere d’arte del sottosuolo10,82%
8OG5-dighe16,07%
9OG6-acquedotti e fognature14,63%
10OG6-gasdotti13,66%
11OG6-oleodotti13,66%
12OG6-opere di irrigazione ed evacuazione12,48%
13OG7-opere marittime12,16%
14OG8-opere fluviali13,31%
15OG9-impianti per la produzione di energia elettrica14,23%
16OG10-impianti per la produzione di energia elettrica5,36%
17OG12-OG13-bonifica e protezione ambientale16,47%

Ultime novità da Cassa Edile Piacenza

Richiesta informazioni